mercoledì 29 maggio 2013

RISOTTO MANTECATO ALLE ERBETTE senza nichel

Stamattina ho sentito due persone che parlavano al semaforo "la prossima settimana chiudono le scuole!".
Ragazzi, ma che tempo c'é, dov'é il caldo? Dov'é il sole?
Mi ricordo l'estate prima dell'esame di maturità, all'università, ogni sessione estiva, lì sì che era dura studiare, era una lotta continua contro il caldo.
E, senza parlare dell'anno scorso, quando ero imbottita di cortisone, antistaminici e antibiotici, per le mie ustioni di secondo grado sul dorso delle mani, senza sapere la causa...
Ebbene sì, maledetto nichel! Era proprio colpa tua, e né io e né i dottori lo sapevamo...!!!
Voi come l'avete scoperto? Siete allergici da tanto tempo? Come vi sentite?
Ho cambiato completamente la mia vita, le mie abitudini, ed eccomi qui a scrivervi, per trovare insieme una soluzione alla nostra alimentazione, senza farci mancare nulla!


Ingredienti per due persone:
200gr di riso
Alloro, melissa, menta, salvia, basilico, timo, rosmarino...e tutti i gusti che volete! (tranne l'erba cipollina e il peperoncino)
Sale
Burro (due noci)

L'ingrediente in più: (variante del piatto)
la ricotta o il formaggio fresco

Attrezzi:
Una pentola in ceramica, alluminio o terracotta (no inox)
Cucchiaio di legno
Coltello in ceramica, antiaderente, plastica, legno (no inox)
Tagliere in plastica o legno

Vino consigliato:
Vino bianco, Favorita, Vermentino, Pigato, Arneis

Durata:
20 minuti totali


Sciacquate il riso e mettetelo nella pentola con i gusti tagliati in piccoli pezzi e il burro.
Mantecate il riso e le erbette con il burro a fiamma bassa e aggiungete un po' di acqua, fino a coprirlo, e salatelo a piacere.
Continuate a girare per tutta la cottura e aggiungete acqua q.b. (non troppa, appena per farlo cuocere e non attaccare).
Di solito il riso deve cuocere 15-20 minuti, per non sbagliarvi assaggiatelo, prima di spegnere la fiamma.
Servite subito.

Se volete, l'ultimo minuto fatelo passare sul fuoco con la ricotta.

Nessun commento:

Posta un commento